Lehrende und MitarbeiterInnen

Mateus-Berr, Ruth Univ.-Prof. Dr. phil. Mag. art.

Titel
project password
Typ
Onlinebeitrag
Schlagwörter
Medienforschung, Mediengestaltung, Bildende Kunst
Texte
Beschreibung
Ci saranno Charlotte Strobele, autrice di liriche, pittrice e organizzatrice di mostre in Trentino, e Beata Ciunowicz, giovane scultrice e grafica polacca attiva in Italia, i cui lavori riflettono la crisi del senso di pietà dell'uomo contemporaneo, abituato a filtrare le emozioni attraverso la spettacolarità dei media. Con loro Maria Luisa Grimani, che ha dedicato la sua carriera al conseguimento di un obiettivo ambizioso, «scrivere un libro che suona che canta che balla». E ancora, Ruth Mateus-Berr, insegnante dell'Università di Arti Applicate a Vienna, particolarmente attratto dal tema della multimedialità. E altri tre artisti austriaci: Moje Menhardt, il già citato Friedrich Moser, architetto e urbanista tra i fondatori di «Password», e infine Michael Moser, compositore. Presentazione il 10 dicembre nella sale del Forum Austriaco di Cultura Con «Password» l'arte è online A Milano gli artisti che trasformano poesie e scritti in esposizioni multimediali. La realizzazione delle opere è aperta a tutti STRUMENTI VERSIONE STAMPABILE I PIU' LETTI INVIA QUESTO ARTICOLO Una delle opere online Una delle opere online Trasformare poesie e scritti in immagini e mostrare il risultato al pubblico in esposizioni multimediali con tanto di colonna sonora studiata ad hoc. Con questo intento nel 2005 quattro artisti austriaci – Heidi Inffeld, Beate Landen, Gabriele Foissner-Weinländer e Friedrich Moser – hanno dato il via al progetto online «Password» (www.password.or.at): una stanza virtuale dove artisti dediti alle più svariate discipline, dalla letteratura alla musica classica, dal design industriale alla pittura, dalla scultura alla fotografia, possono interagire tra di loro e creare opere d’arte di gruppo. Come funziona? Gli scrittori propongono frammenti delle loro opere e li pubblicano sul sito Internet. Da lì partono le elaborazioni grafiche dei diversi artisti, su cui possono intervenire tutti i partecipanti. Una volta ottenute le immagini definitive, viene realizzata la musica che arricchirà le esibizioni «live». Un'opera del progetto «Password» Un'opera del progetto «Password» Dal web l’arte rimbalza così nel mondo reale per poi tornare nella Rete, slegata da luoghi e contesti, aperta all’intervento di chiunque lo desideri. Principio fondamentale dell’intera progettazione: ogni fase di lavorazione portata avanti dal singolo secondo il suo estro viene mostrata a tutti gli altri; la trasparenza deve essere totale. Dopo alcune tappe in giro per il mondo, «Password» approda nella nostra città: sarà presentato dal 10 al 18 dicembre nelle sale del Forum Austriaco di Cultura. Dei quaranta artisti e scrittori finora coinvolti (provenienti da tutto il mondo, Austria, Australia, Cina, Colombia, Inghilterra, Germania, Italia, Giappone, Messico, Polonia, Spagna, Stati Uniti e Venezuela), durante l’inaugurazione dell’evento, fissata per il 10 dicembre alle 18.30, il pubblico milanese ne incontrerà sette, che per l’occasione hanno dato vita a una serie di immagini prendendo spunto da testi italiani. Ci saranno Charlotte Strobele, autrice di liriche, pittrice e organizzatrice di mostre in Trentino, e Beata Ciunowicz, giovane scultrice e grafica polacca attiva in Italia, i cui lavori riflettono la crisi del senso di pietà dell'uomo contemporaneo, abituato a filtrare le emozioni attraverso la spettacolarità dei media. Con loro Maria Luisa Grimani, che ha dedicato la sua carriera al conseguimento di un obiettivo ambizioso, «scrivere un libro che suona che canta che balla». E ancora, Ruth Mateus-Berr, insegnante dell'Università di Arti Applicate a Vienna, particolarmente attratto dal tema della multimedialità. E altri tre artisti austriaci: Moje Menhardt, il già citato Friedrich Moser, architetto e urbanista tra i fondatori di «Password», e infine Michael Moser, compositore. «Password», dal 10 al 18 dicembre (inaugurazione il 10 alle 18.30), Forum Austriaco di Cultura (piazza del Liberty 8), ingresso gratuito, tel. 02.78.37.41, www.password.or.at Raffaella Oliva
Datum
2008-12-09
Ort
Milano (Italien)
URL
erschienen in
Titel
Corriere della serra (Agenda)
Beteiligung
Ruth Mateus-Berr
Erwähnung